Il valore della Comunità

Oggi si è svolta una mattinata di festa presso la sede di Terratinta Group. In collaborazione con l’I.I.S. Selmi di Modena, l’Amministratore delegato Luca Migliorini insieme al Sindaco di Fiorano Modenese Francesco Tosi ha consegnato le Borse di Studio appena intitolate al padre Giorgio Migliorini. Le due studentesse vincitrici, diplomatesi a pieni voti e rispondenti ai requisiti economici oggetto di valutazione, hanno scelto di continuare il proprio percorso presso l’Università di Modena e Reggio Emilia avvalendosi del contributo offerto dall’Azienda.

Nel consegnare le Borse di Studio, il Sindaco ha ringraziato Terratinta Group e la famiglia Migliorini per l’esempio di responsabilità sociale di impresa: “Non possiamo che essere felici per questi momenti. Le opere meritevoli vanno divulgate, sperando in un effetto emulativo di cui abbiamo bisogno. Questo è un bell’esempio di azienda che si preoccupa che tutta la comunità abbia possibilità di crescita.”

La scelta di intitolare il premio a Giorgio Migliorini, padre dell’AD di Terratinta Group Luca Migliorini e del Direttore Generale Marco Migliorini, non è stata certo casuale. Una vita spesa lavorando con impegno e passione nel comparto ceramico, Giorgio Migliorini non ha mai perso di vista un obiettivo: l’attenzione alle persone, sia in azienda che nella vita di tutti i giorni, come ha ricordato l’AD al momento della consegna: “Terratinta Group è una Società Benefit e cerchiamo di avere un motivo d’essere diverso dal solo fatturato. Cerchiamo di essere attenti alla comunità locale portando avanti iniziative che diano un significato e un valore all’azienda superiore a quello del “semplice” profitto. Sono diverse le attività che portiamo avanti, piccole cose concrete che speriamo siano d’esempio per dar voglia di primeggiare anche nelle attività benefiche e sostenibili nella nostra comunità.

Dedichiamo queste borse di studio a nostro padre, un uomo che non è nato qui nel distretto e che ha investito nello studio e nella cultura per cambiare radicalmente vita e ci ha sempre insegnato che conoscere ci può dare soddisfazioni nella vita privata e professionale. La cultura è una cosa personale che rimane. Speriamo di avervi potuto dare una piccola mano e che il vostro futuro sia luminoso.”